435
Tutti pazzi per Romelu Lukaku. La finestra estiva di calciomercato potrebbe regalare una grande sorpresa, la partenza dell'attaccante belga. Di questi tempi il condizionale è d'obbligo, ma rispetto a qualche settimana fa la posizione dell'ex Manchester United è cambiata. Tutta colpa delle vicende di Suning, che ha chiuso i rubinetti e messo in dubbio la continuità dell'Inter, il cui futuro è un rebus. Il club è ufficialmente in vendita, l'obiettivo è quello di cederlo in parte o in toto, al momento non ci sono certezze su chi arriverà, se un fondo dovesse mettere le mani sui nerazzurri potrebbe dare la priorità ai conti e, di conseguenza, ai tagli. Come successo in passato con Elliott e il Milan. Big Rom è il giocatore più pagato dalla rosa, con 7,5 milioni di euro netti a stagione, e uno di quelli che ha più mercato. Per questo, di fronte a una ricca offerta, potrebbe essere costretto a fare la valigia.

FATTORE CONTE - Un'ipotesi credibile, alla quale il diretto interessato per il momento non pensa. All'Inter, alla quale è legato da un contratto in scadenza nel 2024, sta molto bene, con l'Inter vuole vincere trofei, ma sei il progetto dovesse essere ridimensionato allora farà le sue valutazioni. Un fattore determinante nella scelta finale sarà la continuità di Conte. Con l'ex Juve alla porta aumenterebbero le chance di un addio. Di certo il mondo Inter si aspetta chiarezza e una presa di posizione forte su uno dei big della rosa: sostituire un giocatore da 58 gol in 78 partite (con mezza stagione ancora da giocare) non è un gioco da ragazzi.
DOPPIO INTERESSE - Di certo le proposte, a Lukaku, non mancano. Il suo nome è finito sul taccuino di Manchester City, che cerca l'erede di Haaland, e Paris Saint-Germain, con Pochettino che cerca un nuovo numero 9 (il Tottenham non vuole sentir parlare di cessione di Kane). Entrambi i club guardano con attenzione a quello che succede a Milano. E aspettano il momento giusto per farsi avanti.