Calciomercato.com

Milan, Krunic ai margini: si scalda la pista Fenerbahce

Milan, Krunic ai margini: si scalda la pista Fenerbahce

  • F. Albrizio e D. Longo
  • 173
Il Milan rialza la testa dopo la brutta sconfitta con il Borussia Dortmund e contro il Frosinone trova la seconda vittoria consecutiva in Serie A, cruciale per l'ambiente e per il rilancio in classifica. Lo ha fatto nel pieno dell'emergenza in difesa, che ha portato allo slittamento di Theo Hernandez al centro, lo ha fatto anche con alcune scelte forti di Stefano Pioli: su tutte, l'esclusione di Rade Krunic. Una decisione in linea con la gestione del bosniaco nell'ultimo mese: titolare contro Udinese (un tempo) e Lecce, scampoli di gioco contro PSG e Fiorentina, uno spezzone contro il Dortmund ma da centrale difensivo per l'infortunio di Thiaw. Sempre meno spazio, sempre più ai margini l'ex Empoli fino ai 90' in panchina a San Siro contro il Frosinone, questioni tecniche che danno però un segnale forte anche in chiave mercato.

C'E' IL FENER - Qualcosa è successo e non a caso già durante l'ultima sosta si erano intensificati i rumors sul futuro del bosniaco. La trattativa per il rinnovo del contratto - in scadenza nel 2025 - non è decollata, da una parte la proposta del Milan da 2 milioni di euro netti l'anno più 500mila di bonus e dall'altra la richiesta da 3 milioni di base fissa, e in questo stallo si è reinserito il Fenerbahce, che la scorsa estate aveva corteggiato con insistenza Krunic e non ha mollato la presa, convinto di poter riaprire i discorsi per gennaio. E ne ha ben ragione il club di Istanbul, perché le possibilità di un trasferimento del centrocampista durante la finestra invernale del mercato sono in costante rialzo e lo scenario prende sempre più forma, complice anche il ritorno di Ismael Bennacer dal lungo infortunio: Krunic è finito ai margini e ora il Milan prende seriamente in considerazione l'idea di privarsi di lui nel prossimo mese.

Altre notizie