93
Sergej Milinkovic-Savic è un pallino della Juventus. Un'offerta da 55 milioni sul tavolo rifiutata due anni fa, nessun rilancio nell'estate scorsa perché Lotito ha alzato il muro e adesso una situazione ancora delicata. La priorità dei bianconeri è Paul Pogba, il sogno a centrocampo rimane lui; Milinkovic rientra nella lista dei più graditi a livello tecnico, apprezzato anche da Sarri ma la scelta del presidente Lotito è ancora più netta: non vuole cederlo, in particolare alla Juventus stessa.


LE MOTIVAZIONI - Il numero uno della Lazio sa bene da tempo di avere tra le mani una squadra di prima qualità, quest'anno addirittura a ritmi da scudetto: non vuole dare Milinkovic a una diretta concorrente perché vede una Lazio da primi posti anche per l'anno prossimo, in più non intende fare sconti sulla valutazione da almeno 100 milioni di euro neanche in piena crisi post virus. Non solo: il presidente negli ultimi mesi ha avuto un rapporto non idilliaco con Andrea Agnelli in temi di Lega, un motivo in più per raffreddarsi. Insomma, la Lazio mira a tenere Milinkovic per l'anno della Champions e non vuole venderlo a priori, men che meno alla Juve, rinforzando ulteriormente i bianconeri cui si sono avvicinati grazie ai progressi delle ultime stagioni. Il piano di Lotito è chiaro. Ma se la Juve non arrivasse a Pogba, rinuncerebbe davvero a un tentativo per Milinkovic?