169
La Champions League cambia. Non nella forma, ma nella trasmissione. Sì, perché il prossimo triennio, 2021/24, vedrà delle importanti novità per quanto riguarda i diritti tv, in Italia, della massima competizione europea per club: Sky e Mediaset conservano la loro posizione, con la new entry, che desta curiosità, che si chiama Amazon

LA RIVOLUZIONE - Un pacchetto lo ha preso il colosso di Jeff Bezos, che porterà, quindi, per la prima volta, il meglio del calcio europeo nelle case italiane. C'è da fare attenzione, però: l'abbonamento a Prime Video non garantirà la visione dell'intera Champions, in quanto ha acquistato il pacchetto delle 16 migliori gare del mercoledì più la trasmissione della Supercoppa europea

LE SOLITE NOTE - Da favorita a delusa, Dazn è rimasta con un pugno di mosche in mano, con qualcosa che è andato decisamente storto nell'ultima settimana. Meglio, invece, è andata a Sky e Mediaset: manca l'ufficialità, quindi non è chiaro come le due emittenti andranno a gestire le partite, ma la sensazione è che non dovrebbe cambiare molto per gli italiani, con Canale 5 che, scrive gazzetta.it, pare abbia fatto l'offerta per le migliori sfide del martedì più la finale (a Sky andrebbero le restanti 104 gare stagionali). Una cosa, comunque, è certa: se si vogliono vedere tutte le partite, serviranno due abbonamenti. Uno per Sky e uno per Prime Video