Partita estremamente difensiva quella che ha visto protagonista la squadra di Davide Nicola al Mapei Stadium, in un match contro un Sassuolo un po’ deludente sotto l’aspetto realizzativo: per i bianconeri tanta grinta e spirito di sacrificio sono state le prerogative che hanno contrastato la continua spinta neroverde e l’incessante ricerca del gol del vantaggio avversaria.

Musso ha difeso con buona sicurezza la propria porta, riuscendo a trattenere un paio di palloni insidiosi provenienti dai piedi di Lirola e ottenendo così per la seconda partita consecutiva un clean sheet fondamentale ai fini del risultato e della classifica.

L’estremo difensore è stato aiutato anche da una retroguardia quasi perfetta, con un Nuytinck in grande spolvero e una prestazione più che sufficiente per la coppia Larsen-Ekong. Rimandati invece i due laterali, Ter Avest e Pezzella, un po’ in difficoltà nelle avanzate dei padroni di casa; si salva Mandragora (suo l’unico tiro bianconero nello specchio), mentre Fofana e Behrami non hanno pienamente convinto, alla pari di Pussetto e De Paul.
La coppia argentina, infatti, dopo la micidiale performance casalinga contro la Roma, a Reggio Emilia si è leggermente persa tra le maglie neroverdi, non riuscendo a pungere né creare occasioni pericolose in ripartenza. Nemmeno con l’ingresso di Lasagna e Machis le cose sono cambiate, tant’è che la squadra friulana è stata costretta ad abbassarsi ulteriormente per evitare spiacevoli sorprese durante il forcing finale avversario.

Nonostante uno 0 a 0 privo di grandi emozioni, l’allenatore piemontese è apparso soddisfatto al termine della gara. Il punto conquistato contro il Sassuolo, infatti, è importante perchè permette di allontanarsi dalla zona rossa della classifica (che rimane a 2 punti di distacco, ma che fino a settimana scorsa era presidiata dai bianconeri stessi) e anche per aver mantenuto la porta inviolata per due partite consecutive, mai successo nel corso di questa stagione prima d’ora.

Domenica prossima a Udine arriverà l’Atalanta e i ragazzi di Nicola avranno molta voglia di confermare il loro periodo di forma e mettere in campo nuovamente la forza e l’unione con cui stanno disputando questi match; la classifica rimane molto corta e un passo falso significherebbe perdere quanto di buono fatto nelle ultime gare ed è per questo che sarà decisivo preparare bene in settimana la sfida contro la Dea.