Commenta per primo
«Sono molto emozionato per essere stato accolto in questa maniera. Sembra di stare a Rio». Queste le prime parole che Adriano ha rivolto ai 5000 tifosi della Roma assiepati sugli spalti dello stadio Flaminio. Dal campo, l'attaccante brasiliano, con indosso la maglia numero 8, ha rivolto parole dolci per le orecchie dei sostenitori giallorossi: «Sono sicuro che faremo una ottima stagione a cominciare dalla prima partita (la Supercoppa Italiana, ndr) contro l'Inter. Possiamo arrivare lontano» «Il contratto è stato studiato e pensato, lo accetto senza problemi. Io penso solo a fare il mio lavoro». Le clausole relative alla 'buona condottà da mantenere fuori dal campo non preoccupano minimamente Adriano. L'attaccante della Roma ha infatti ammesso, nel corso della conferenza stampa di presentazione tenutasi allo stadio Flaminio, di voler «dimostrare di essere cresciuto e di essere maturato tantissimo» da quando ha lasciato l'Italia. «Non mi piace fare promesse, dovrò dimostrare sul campo il mio valore» ha quindi aggiunto Adriano che è poi tornato sul tema legato al proprio peso: «Sto fermo da un mese, è normale prendere qualche chilo in più e tutti sanno che sono in sovrappeso. Ma sono tranquillo, c'è ancora tanto tempo per perdere questi chili». E proprio di tempo ha parlato il presidente Rosella Sensi: «Già in passato avevamo cercato di prendere Adriano, era un mio pallino. Adesso è arrivato al momento giusto». «Sono molto felice di essere tornato in Italia, ringrazio Rosella Sensi e sono contento di vestire la maglia della Roma perchè so che mi darà molte responsabilità», sono state queste le prime parole di Adriano, il neo attaccante della Roma, durante la presentazione alla stampa e ai tifosi che si è svolta al Flaminio. «Rispetto a prima sono cambiate tante cose -ha aggiunto Adriano- sono andato in Brasile dove ho riconquistato la felicità che avevo perso, ora sono più maturo e voglio dimostrarlo qua alla Roma». Sul perchè abbia scelto la Capitale è stato molto chiaro, «mi hanno cercato altre squadre, ma a Roma mi identifico di più, è più simile a Rio, la gente è calda e questo aiuta moltissimo, specialmente quando arrivi in una città che non conosci bene». Il brasiliano ha dichiarato di sapere bene che d'ora in poi sarà al centro dell'attenzione ma, ha detto, «non mi disturberà, se no avrei continuato a stare in Brasile, sono qua per dimostrare che sono cresciuto e sono maturato». Sul suo stato di forma è stato scritto molto in questi giorni, ma Adriano è sembrato non preoccuparsene: «tutti sanno che sono un pò sovrappeso, chi sta fermo da tempo prende diversi chili in più, però davanti a me ho il progetto che è stato proposto, riprenderò ad allenarmi prima rispetto alla squadra e ho tempo per perdere questi chili». E sull'aspetto tecnico, «a me piace fare determinati movimenti, non sono uno che rimane fermo -ha dichiarato il brasiliano-, penso di poter aiutare Totti in avanti e spero che potremo fare bene». Al Flaminio sono giunti numerosi supporter giallorossi, Adriano ha scatenato il loro entusiamo promettendo al microfono grande impegno, poi è saluto in tribuna dove ha abbracciato il presidente Rosella Sensi.