694
Sfortuna e tanti errori. L'Inter non va oltre lo 0-0 contro lo Shakhtar Donetsk, conquistando il secondo punto in due partite. A Kiev la squadra di Conte gioca meglio per un tempo ma non riesce a sbloccare la partita complice la serata di grazia di Trubin. L'appuntamento con la prima vittoria è rimandato, ora la doppia sfida con il Real Madrid.

LA PARTITA - Nel primo tempo è un monologo nerazzurro, con almeno quattro occasioni limpide create: protagonista assoluto il portiere Trubin, classe 2001, che prima respinge un tocco di Lukaku, poi manda sulla traversa un bolide su punizione del belga. Per l'Inter è una delle due traverse colpite, l'altra porta la firma di Barella con un destro da fuori. Nella ripresa non cambia la musica, è sempre la squadra di Conte a fare la partita e a costruire le occasioni migliori, una clamorosa con Lautaro Martinez che dopo un corta respinta di Trubin mette sul fondo, confermando il momento negativo. Nel finale i nerazzurri attaccano a testa bassa, senza trovare il guizzo decisivo. Finisce 0-0, un punto con l'amaro in bocca.

AL FISCHIO FINALE RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE IL COMMENTO DI ALBERTO POLVEROSI