Sconfitta del Chievo in coppa Italia? Niente paura. No, non c'è bisogno di tornare ad allarmarsi dopo questo piccolo passo falso dei gialloblù, in un periodo in cui la squadra sembra piano piano starsi risvegliando da un lungo sonno. La partita contro il Cagliari, persa appunto per 1-2, ha comunque mostrato dei buoni spunti sui quali mister Di Carlo non può che essere contento. Risultato a parte infatti, le seconde linee, schierate da titolari, hanno fatto la loro bella figura. 

Promosso in toto il centrocampo, che con un Kiyine in crescita esponenziale e un'altra piacevole giovane scoperta quale Leris, ha tenuto il pallino del gioco per ampi tratti della gara, dimostrando personalità e soprattutto una buona tecnica. Giaccherini si sta dimostrando ancora uno degli uomini chiave per i gialloblù, anche se la sua forma fisica, data anche l'età, gli consente di giocare ad alti ritmi solo per un tempo: preziosissimo comunque, ovviamente!
Ma è il giovane francese prima citato, Leris, il vero protagonista della gara, che oltre ad avere trovato la gioia del suo primo gol clivense, ha mostrato di possedere una buona caparbietà e un'ottima tecnica. Le sue incursioni da ambo i lati dell'attacco hanno creato non pochi grattacapi alla difesa sarda, sottolineando la lodevole intraprendenza del giocatore francese, classe 98'. Ora sarà compiti di Di Carlo farlo crescere nel miglior modo possibile, cercando di inserirlo progressivamente nella rosa degli undici in campo.

Piccolo appunto finale: non solo Kiyine, ma ora anche Loris, si stanno facendo largo tra i giovani con un talento davvero interessante. Forse che gli allenatori precedenti non vedevano, o non volevano vedere certi elementi ?