Commenta per primo
Cerca la prima vittoria in campionato la Ternana, che ospita allo stadio Liberati il Novara, anch'esso alla caccia di punti per allontanarsi dai bassifondi della classifica. Iniziano forte i piemontesi e al 5' incredibile gol sbagliato: Gonzalez solo davanti a Mazzoni prova il pallonetto, la sfera finisce dall'altra parte per Rodriguez che a tre metri dalla porta vuota calcia incredibilmente alto. Al 18' rispondono gli umbri e Da Costa respinge il destro di Furlan dai venti metri. Al 23' ancora i padroni di casa insidiosi per merito di Ceravolo che si accentra e lascia partire un rasoterra che esce di poco. A pochi secondi dal termine della prima frazione invece Mazzoni è spettacolare nel parare il tiro ad incrociare di Rodriguez. Nel secondo tempo al 50’ Furlan riceve palla da Vitale e calcia sul primo palo non inquadrando lo specchio di poco. Al 58‘ ennesima grande chance per il Novara, ma Mazzoni di piede salva sul tiro ravvicinato a botta sicura di Signori. I tanti errori costano carissimo agli azzurri. Al 67' discesa di Furlan sulla destra e palla all'indietro per Falletti che incrocia di destro e fa 1-0. Passano due minuti: lancio di Avenatti per Ceravolo che con un fantastico pallonetto infila l'immediato 2-0 rossoverde. Al 79' nuovamente Mazzoni è superlativo su un tiro a giro di Gonzalez che l'estremo difensore devia con la mano destra sul palo. Al 90' punizione di Viola che si stampa sulla traversa, sancendo una sconfitta immeritata per il Novara ma allo stesso tempo tre punti d'oro per la Ternana.

TERNANA

L'attaccante e autore del gol del raddoppio della Ternana, Fabio Ceravolo: "Finalmente troviamo la prima vittoria stagionale. Un risultato fondamentale perché ci permetterà di lavorare con più serenità in vista della difficile trasferta di La Spezia. Dedico questo successo e il gol a mia nonna Celeste, scomparsa questa notte".
NOVARA

Il centrocampista del Novara, Nicolas Viola: "Per me era la partita dell'ex, e sono andato vicino alla rete contro i miei vecchi compagni proprio al novantesimo, quando la traversa mi ha detto di no. Usciamo dal Liberati con molto meno di quanto meritavamo".