È morto questo pomeriggio Giancarlo Galdiolo, storica bandiera della Fiorentina degli anni 70-80 con cui ha vinto anche una Coppa Italia. Ex-calciatore, ex-allenatore, da 8 anni combatteva con una rara forma di demenza frontale-temporale che aveva costretto la famiglia, a rinchiudere il "gigante buono" in un centro specializzato. "Badile", così lo avevano soprannominato ironicamente i tifosi Viola sottolineando sia i piedi non proprio educati quanto la caparbietà in marcatura sugli avversari, si è arreso questo pomeriggio all'età di 69 anni.

L'ADDIO DEL FIGLIO - A dare notizia della scomparsa attraverso il proprio profilo Facebook è stato il figlio Alessandro: "Dopo una lunga malattia durata più di 8 anni ci lascia un altro campione! Fai buon viaggio papà e vai a far compagnia alla Betta, alla nonna e all’Elisa". Pronto il messaggio d'addio anche del club manager della Fiorentina Giancarlo Antognoni ex-compagno in campo di Galdiolo e grande amico nella vita: "Galdiolo giocava ancora nella Fiorentina quando io ho iniziato, è stato come un fratello maggiore per me tanto che è stato pure mio testimone di nozze. Sapevamo da tempo della sua malattia ma questo non ci prepara mai al dolore per la scomparsa di una persona cara".