115
Dalla Premier League era quasi scappato, stanco delle tante critiche ricevute e voglioso di rinascere in un campionato che seguiva da sempre come la Serie A. A contenderselo, nell'estate 2019, erano state Juventus e Inter, con i nerazzurri che alla fine convinsero il Manchester United e si aggiudicarono le prestazioni - e i gol - di Romelu Lukaku. Ora, a quasi due anni di distanza, c'è chi vorrebbe riportare Big Rom indietro. In particolare, sempre a Manchester, ma sulla sponda blu della città.

TENTATIVO CITY - Il City è infatti alla ricerca di un nuovo attaccante, visto l'imminente addio di Sergio Agüero, che ha il contratto in scadenza a giugno e ha già annunciato il suo addio. Caratteristiche opposte al Kun, quelle di Lukaku, che però condivide con l'argentino il senso del gol (27 quelli segnati in 40 partite in questa stagione) e la capacità di dialogare bene con la squadra. Qualità che hanno convinto Pep Guardiola, che nella sua personalissima lista degli acquisti vede anche altri top player del ruolo come Erling Haaland e Harry Kane.
LA RISPOSTA - Decisa, ferma, senza titubanze la risposta dell'Inter. Ai primi sondaggi, alle prime voci arrivate dall'Inghilterra i dirigenti nerazzurri hanno fatto sapere di non essere neanche disposti ad ascoltare eventuali proposte per il gigante belga. Che, a sua volta, non intende tornare indietro, a Milano si trova benissimo e considera appena iniziato il suo progetto nerazzurro, che a breve lo porterà a conquistare il primo scudetto. "No, thanks", il messaggio fatto recapitare a Guardiola: l'Inter e Lukaku vanno avanti insieme.