2
Lazio-Udinese 3-0

Strakosha 6,5: Primo tempo da spettatore, l'Udinese si impegna per non centrare mai lo specchio. La parata più bella la fa su Okaka in fuorigioco. Un po' freddina la giornata, ma comunque senza gol subiti e senza grossi impegni. 

Luiz Felipe 6,5: Incerto una sola volta su Nestorovski nel primo tempo, poi rientra in una normale routine di ordinaria amministrazione, con la sua solita intelligenza e precisione. 

Acerbi 6,5: Sempre autoritario, preciso, attento: non vuole lasciare mai il campo, e si capisce perché. Con lui sul terreno di gioco la Lazio dietro sta diventando sempre più sicura. 

Radu 6,5: Il suo ritorno in campo coincide spesso con prestazioni autoritarie. Quando gioca così sicuro, sereno, si capisce perché per Inzaghi è un titolarissimo. 

Lazzari 7: Parte davvero bene, due discese travolgenti, sembra in palla, lucido, sempre attento e reattivo. Si propone al cross, si infila in aria, segnali davvero importanti da un giocatore molto atteso a Roma. Serve davvero, e comincia ad ingranare seriamente. 

Milinkovic 7: Inizia ed è una specie di esplosione di potenza, qualità: sul gol di Immobile è una montagna in movimento che va verso l'inevitabile conclusione. Gioca bene, duetta, finalmente una partita bella da vedere, non solo di fatica. 

Leiva 6,5: Si fa sentire: il suo peso specifico va al di là delle giocate singole. Ha carisma, forza, sa come muoversi, giostra con sicurezza ritmi e giocate. Esce molto stanco, ha corso tanto e rubato tantissimi palloni.
(Dal 30' st Cataldi s.v.)

Luis Alberto 8: Che bello vederlo giocare: riconcilia col mondo, con la sua tecnica raffinata, la sua precisioni, i suoi sombreri. Se esiste la felicità, si vede nel momento in cui il suo piede incontra il pallone. Fa quello che vuole, rifinitore pregiato. Veramente una perla di partita, standing ovation meritata alla fine. 
(dal 35' st André Anderson s.v.: esordio assoluto in Serie A, una domenica da ricordare per lui).

Lulic 7: Partita veramente lucida, attento in fase difensiva con grande esperienza. Nella ripresa meriterebbe il gol, una bella partita la sua. Forse una delle migliori dell'anno.
(Dal 20'st Jony s.v.)

Correa 7,5: Incontenibile, ronti-via, due minuti due azioni da gol. In grande spolvero, schiacciarigori: si guadagna il rigore poi trasformato da Immobile con due giocate da capogiro. Se fosse un pochino più cinico, a volte... 

Immobile 8: Chi lo ha preso al fantacalcio è un uomo fortunato: implacabile, sul tabellino ci finisce sempre e comunque. Lascia il rigore a Luis Alberto per farlo festeggiare, un bel gesto che vale tantissimo per una punta che vive per segnare. 


All. Inzaghi 7,5: Sempre in piedi, sempre in regia: dirige una Lazio bella, divertente, convinta e autoritaria. Sembra una macchina sportiva (una Ferrari?) lanciata a grande velocità, guidata con esperienza e decisione. Sesta vittoria consecutiva, terzo posto difeso ancora una volta, la sua Lazio in campionato è una corazzata. Ma lui rimane sempre in piedi, teso, forse è questa la sua forza.