17
Il Canada dopo la vittoria sull’El Salvador (2 –0) ha a portata di mano la qualificazione al Mondiale dopo 36 anni. I canadesi, infatti, sono al primo posto nel girone unico della Concacaf, la federazione del Nord e Centro America, per le qualificazioni al massimo torneo per le nazionali: 4 punti di vantaggio sugli Stati Uniti di Mckennie e il Messico di Lozano, 8 punti sul Panama quarto. Quello della nazionale nordamericana è un progetto partito nel 2018c quando fu scelto come prossimo Paese ospitante, in questo caso prossimi, insieme a Stati uniti e Messico.  

L’ARTRFICE - Nel 2018 è stato anche l’anno del passaggio alla guida tecnica di John Herdman. Il tecnico inglese, insieme alla federazione canadese, è riuscito a dare una spinta verso il calcio oltre a hockey e baseball. Il progetto messo in atto dalla federazione e, l'esplosione di Alphonso Davis del Bayern Monaco e Jonathan David del Lille hanno dato la spinta necessaria ad arrivare a essere la quarantesima nazionale del ranking Fifa, scavalcando nazionali con tradizioni migliori come la Norvegia di Haaland, la Slovacchia di Hamsik e Skiniar e il Camerun di Onana e Anguissa. 
NON SOLO DAVIES E DAVID - Il Canada è una nazionale dalle profonde radici europee. Ben 16 giocatori su 25 giocano nel Vecchio Continente, toccando i campionati di Belgio, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Portogallo, Serbia, Svizzera e Turchia. Il capocannoniere delle qualificazioni non è David, come sarebbe logico pensare visto il rendimento in Ligue 1, ma è Cyle Larin, 26enne ala sinistra del Besiktas. Ma nel team della foglia d’acero spiccano anche altri calciatori come: il capitano Milan Bojan, 34enne portiere della Stella Rossa, Stephen Eustaquio 26enne centrocampista del Porto, Atiba Hutchinson, 38enne centrocampista anche lui al Besiktas, e Tajon Buchanan, 22enne esterno d'attacco del Brugge.  

OBIETTIVO - L’obiettivo e la speranza prefissa dalla federazione canadese si sta per avverare e, dopo l’unica partecipazione al Mondiale di Messico ‘86, se riuscirà a ottenere almeno 4 punti contro Costa Rica, Giamaica e Panama potrà realizzare l’impresa di tornare a far parte delle migliori 32 nazionali del mondo e realizzare, poi, l’impresa di disputare due Mondiali consecutivi nella sua storia.