Commenta per primo
Finale al cardiopalma durante l'anticipo del sabato che ha visto sfidarsi Carpi e Torino. Primo tempo poco entusiasmante, con una situazione di sostanziale parità tecnica. I padroni di casa non soffrono particolarmente le poche occasioni concrete che il Torino ha di sbloccare il risultato, merito dell'esordiente portiere sloveno Vid Belec e della buona prestazione del tridente difensivo, schierato per la prima volta dal nuovo tecnico Giuseppe Sannino, subentrato in corsa a Fabrizio Castori. I granata, comunque padroni del campo e in vantaggio nelle statistiche di gioco per possesso palla e occasioni da gol, non si dimostrano particolarmente pericolosi, soffrendo un Carpi ostico e poco propenso a subire gol. All'avvio della ripresa sono i carpigiani a condurre il gioco tanto da sbloccare il risultato al 55' con l'autogol di Padelli, in seguito ad un'ottima azione offensiva guidata dal numero 34 biancorosso Gabriel Silva. Ancora Carpi e ancora gol, al 72' anche Ryder Matos mette la firma su questa prestazione particolarmente positiva della sua squadra con un colpo di testa dalla destra del portiere Padelli, approfittando di un ottimo cross alto di Marco Borriello. Tempo due minuti e il Torino, con Maxi Lopez, accorcia le distanze al 74' grazie ad un ingenuità difensiva del terzino biancorosso Cofie che regala un rigore prezioso ai torinesi. I successivi minuti saranno interamente a trazione granata, con un Carpi arroccato nelle fila difensive con solo scopo di non subire gol per raggiungere lo storico traguardo della prima vittoria in serie A. Obiettivo centrato: biancorossi a quota 5 punti e Torino fermo a 13.

CARPI

Il centrocampista del Carpi, Gabriel Silva: "Sono molto soddisfatto della prestazione della mia squadra. Questa sera abbiamo dimostrato di non essere inferiori a nessuno e che con il sacrificio e l’impegno le soddisfazioni arrivano. Credo di aver contribuito anche io, con la mia prestazione, al buon esito della gara. Naturalmente abbiamo sofferto molto in fase conclusiva; il Torino è un’ottima squadra e non a caso è ai primi posti in classifica. Ora dobbiamo subito ricominciare a lavorare con il nuovo mister, approfittando della pausa del campionato per arrivare alla gara contro l'Atalanta carichi e ben preparati".
TORINO

Il centrocampista del Torino, Gaston Silva: "Dispiace sempre perdere. Purtroppo oggi è stata una gara particolarmente ostica contro una squadra assetata di punti e con un nuovo assetto tattico che voleva dimostrare molto. Le occasioni non sono mancate ma forse non siamo riusciti a sfruttarle a pieno, concretizzandole con un altro gol che ci avrebbe, quantomeno, permesso di guadagnare un punto. Naturalmente non ci scoraggiamo, siamo sicuri di aver fatto comunque bene, specie nel finale. Dovremmo approfittare di questi giorni di pausa per lavorare molto. La delusione di non essere primi si sente ma non è nulla di importante, il campionato è ancora lungo e possono cambiare tante cose".