51
Si chiama  Svanberg il nuovo gioiello in rampa di lancio del Bologna. Il centrocampista svedese si è regalato un pomeriggio da sogno: la sua prima doppietta nella nostra serie A ha permesso alla squadra allenata da  Mihajlovic di superare lo Spezia con un perentorio 4-1.Sotto la guida del tecnico serbo il classe 1999 sta crescendo a vista d'occhio in termini di qualità e personalità. Per lui 28 partite disputate fin qui con 5 gol e 2 assist all'attivo.

Ascolta "È derby Milan-Inter sul gioiello Svanberg: la mega plusvalenza in programma dal Bologna" su Spreaker.
OBIETTIVO MILAN - Mattias è entrato nei radar del Milan dopo che la sua parabola è stata attentamente monitorata dal capo dell'area scouting Moncada. Il club rossonero si era già informato con il Bologna a gennaio nell'ambito delle discussioni per Tomiyasu e non ha di certo mollato la presa. Piace molto perché rappresenta l'identikit  perfetto del  centrocampista ideale per i nuovi principi rossoneri: ancora giovane, ampi margini di miglioramento, con un ingaggio basso e già abituato a giocare nel 4-2-3-1. Svanberg è un centrocampista centrale dal grande fisico in grado di disimpegnarsi in ogni zona della mediana. Ambidestro, sa fare filtro davanti alla difesa ed è migliorato molto nelle proiezioni offensive oltre che nella costruzione del gioco grazie a una buona tecnica di base. Un profilo sul quale il Diavolo sta lavorando attentamente da mesi e che, nelle intenzioni, potrebbe andare a completare la batteria dei mediani nella prossima stagione. 

CONCORRENZA DELL'INTER-  Su Svanberg, oltre al Milan, è vivo l'interesse anche dell'Inter e di alcuni club della Premier League come Southampton e Leicester. Marotta e Ausilio hanno inserito da mesi il nome di questo talento alla lista dei giovani prospetti da tenere sotto la lente d'ingrandimento. Arrivato dal Malmo per 4,5 milioni, ora per strappare Mattias al Bologna servono 20 milioni di euro. Le big chiamano, Svanberg è già pronto a rispondere.