Era partito come uno dei punti fermi del Genoa 2018-2019. Tanto da essere un insostituibile nell'undici titolare di Davide Ballardini. Una fiducia ricambiata con due gol in sei gare. Con la cacciata a inizio ottobre del tecnico rslavennate tuttavia anche il destino di Goran Pandev ha conosciuto un'inarrestabile eclissi.

Con Ivan Juric prima e Cesare Prandelli poi per Il fantasista macedone le presenze in campo sono diventate sempre meno, con solo due apparizioni dal primo minuto contro le due milanesi, con l'Inter a San Siro e con il Milan a Marassi lo scorso 21 gennaio.

Ora però che il prossimo avversario dei rossoblù si chiama Lazio Pandev si candida a sorpresa per una maglia da titolare. Certo, sfilare un posto Sanabria e Kouamè in questo momento è un'impresa tutt'altro che semplice ma il 35enne di Strumica resta pur sempre, almeno al momento, l'unica alternativa alla coppia goal titolare, visti gli infortuni di Favilli e Lapadula. Inoltre dalla sua Pandev può vantare anche una tradizione particolarmente favorevole negli incroci contro gli aquilotti. Il suo primo gol in campionato con la maglia del grifone avvenne nella primavera di due anni fa proprio contro la Lazio. E anche nello scorso campionato, questa volta all'Olimpico, seppe fare male ai vecchi tifosi. Chissà dunque che per ritrovare quella vittoria che al Ferraris da settembre ad oggi è arrivata una sola volta Prandelli non possa decidere di affidarsi anche alla cabala.