Commenta per primo
"Non parliamo piu' dell'Atalanta, parliamo invece di politiche sportive". A chiudere la settimana di polemiche che ha seguito la sconfitta dell'Inter nel posticipo contro l'Atalanta, e' stato il direttore generale della squadra nerazzurra Marco Fassone, il quale a proposito della debacle del calcio italiano, fuori da tutte le competizioni internazionali, ha aggiunto: "Il calcio italiano paga gli errori del passato, che ci hanno portato a perdere posizioni nel ranking. Riflettiamo su riforme e modifiche strutturali, visto che il gap con Germania e Spagna e' eloquente. Basta vedere chi c'e' in semifinale di Champions per capirlo. Il nostro stadio? Non ci sono novita', ma tutto e' in movimento" ha concluso Fassone.