Calciomercato.com

Inter, Thuram: 'Scudetto? Non è lotta a due con la Juve. Lautaro tra i migliori al mondo'

Inter, Thuram: 'Scudetto? Non è lotta a due con la Juve. Lautaro tra i migliori al mondo'

  • Redazione CM
  • 60
"E' un bel momento per me. Sto facendo una nuova esperienza, è un momento di scoperta del campionato, della squadra e della città. Sto cercando di imparare". Marcus Thuram è una delle rivelazioni di questa prima parte di Serie A e l'attaccante dell'Inter si racconta a Sky Sport, partendo dalla decisione di approdare in nerazzurro: "Avevo già parlato con Ausilio 2 anni fa, prima di farmi male, e mi aveva visto come attaccante centrale. Questo mi ha fatto subito capire che sarebbe stata la migliore scelta per me".

LAUTARO MARTINEZ - Thuram spiega com'è giocare al fianco di Lautaro Martinez: "E' un campione, uno dei migliori attaccanti al mondo. Ogni giocatore che gioca con lui può fare bene".

NAPOLI-INTER - Il centravanti francese si concentra poi sulla vittoria al Maradona: "Quello stadio non lo conoscevo, me ne avevano solo parlato i compagni. E' stata una bella partita in un bell'ambiente".

SCUDETTO - E' lotta a due tra Inter e Juventus? Marcus non è d'accordo: "No, non giochiamo contro la Juventus... E' una lotta fra tutte le squadre che fanno bene e a fine stagione vedremo".

OBIETTIVO PER IL 2024 - Scudetto, Champions League o Europeo con la Francia, quale sceglierebbe Thuram? Lui non si sbilancia: "Se lo dico non si realizza...".

IL RAPPORTO CON IL PADRE - Marcus Thuram parla poi del rapporto con il padre Lilian: "Che rapporto abbiamo? Il rapporto che un padre ha con un figlio. Mi parla spesso, mi parla spesso di come essere nella vita, nel calcio, di come devo crescere come calciatore e come uomo. Penso che mi ha aiutato molto a essere la persona che sono oggi. Il consiglio che mi dà da quando sono piccolo è quello di fare quello che mi piace e di godermi ogni cosa che faccio. Il valore principale che mi trasmette è quello del rispetto per la gente e di ricordare che siamo tutti uguali e che dobbiamo vivere insieme".

IL FRATELLO KHEPHREN - Marcus parla anche del fratello Khephren, centrocampista del Nizza: "Se gli do consigli? C'è papà che gli dà tanti consigli. Io gli dico solo di giocare, di provare a diventare sempre più forte a ogni allenamento e a ogni partita. Sono molto contento e fiero di lui".

Altre notizie