24
In attesa che la situazione sul fronte societario si faccia più chiara e porti a garantire maggiore solidità sotto l'aspetto finanziario, l'Inter non che può guardare con circospezione e pazienza al mercato che verrà. Tra i fattori che condizioneranno la prossima finestra estiva ci sarà anche il capitolo inerente ai giocatori attualmente in prestito, fra i quali occupa un posto speciale Joao Mario. Dopo le esperienze al West Ham e alla Lokomotiv Mosca, l'avventura bis con la maglia dello Sporting Lisbona potrebbe rappresentare un punto di volta. Per lui e per l'Inter...

RIGENERATO - Tra i protagonisti della cavalcata sin qui senza macchie, stabilmente in testa alla classifica della Primeira Liga, c'è anche il centrocampista portoghese classe '93, letteralmente rifiorito alla corte di Ruben Amorim. Sono 23 ad oggi le presenze in stagione, tra campionato e coppe, di Joao Mario, impreziosite da 2 gol, un assist e statistiche (è tra i migliori per numero di palloni recuperati) che ne testimoniano il ritorno di livelli di condizioni importanti dopo diverse stagioni all'insegna dell'anonimato. Tanto che il quotidiano portoghese Record evidenzia la forte convinzione dello Sporting Lisbona di fare uno sforzo per provare ad acquistare il calciatore a titolo definitivo al termine dell'attuale stagione.
LE CIFRE - Magari a condizioni economiche favorevoli, considerando che il contratto che lega Joao Mario all'Inter scade nel giugno 2022 e che il club nerazzurro sarebbe ben lieto di liberarsi di un ingaggio che al lordo peserebbe per quasi 5 milioni di euro per un ulteriore anno. Senza contare che l'ammortamento di circa 6,8 milioni di euro alla stagione 2019/2020 sia destinato ad abbassarsi. Il classico affare per tutti, col calciatore che ha già espresso la sua volontà di restare in Portogallo e lasciarsi definitivamente alle spalle la deludente avventura in nerazzurro.