5
A volte un minuto o forse meno, può essere molto importante. Quello che contro il Bologna è stato regalato da Max Allegri a Kwadwo Asamoah ha un sapore speciale, il senso di far capire al ghanese che tutta la Juve sia assolutamente convinta del fatto che non solo che deve sentirsi un calciatore vero, ma anche un elemento su cui si punta con convinzione per la seconda parte di stagione. Già convocato per la sfortunata trasferta di Napoli, lentamente Asamoah sta accumulando anche minuti nelle partitelle amichevoli di metà settimana. Un suo rientro "reale" è ancora difficile da ipotizzare, ma quel minuto o poco più regalatogli da Allegri equivale ad un messaggio che significa che presto o tardi, Asamoah tornerà.