57
LE PAROLE DI PODOLSKI - Lukas Podolski, parlando al quotidiano polacco Super Express ha analizzato la sua situazione all'Arsenal: "Cosa desidero per il 2015? Beh, dovrei dire la salute. Un trasferimento? E' una questione che va spiegata. Io non ho più 20-21 anni, non posso permettermi di aspettare una chance. Ho 29 anni e voglio giocare, giocare, giocare! Non sono un pazzo, non voglio andare in tribuna: cosa posso fare di più rispetto a quanto sto già facendo? Ho fatto due gol in Champions League e sono finito subito in panchina. In questi giorni parlerò col club, devo capire le loro intenzioni nei miei confronti. Arsene Wenger non è cieco, vede quanto riesco a dare. L'Inter? Non c'è nulla di scontato, prima devo capire cosa vuole fare l'Arsenal"


18.45 LUNEDI' SI CHIUDE PER POLDI - Secondo l'esperto di mercato Alfredo Pedullà, è terminato a Londra il vertice tra Inter ed Arsenal per Podolski. C'è stato il sì dell'attaccante per il prestito di sei mesi, e la conseguente apertura da parte del tecnico alsaziano Arsene Wenger. Lunedì è attesa la possibile fumata bianca. Si tratta per il prestito a cifre che potrebbero essere convenienti per i nerazzurri, anche perché a Podolski rimane solo un anno e mezzo di contratto con l'Arsenal 

16.30 PERISIC NON PARTE - Dopo Cerci anche Ivan Perisic si allontana dall'Inter. L'esterno sinistro croato classe '89 di proprietà del Wolfsburg, ha infatti confermato ai microfoni di goal.com della presenza di numerose offerte per lui, ma che la sua intenzione è quella di non lasciare il club tedesco: "Ho delle offerte, è vero, ma sono felice al Wolfsburg e voglio restare qui. Vogliamo arrivare in Champions League, e voglio continuare ad avere ottimi risultati in Europa League questa stagione".


16.00 INCONTRO ANCHE CON IL CHELSEA - Secondo quanto riportato da Gazzetta.it dopo il pranzo con Wenger per parlare di Podolski (si tratterà ancora nei prossimi giorni in attesa della squalifica che riceverà Oliver Giroud) Ausilio si sposterà sempre a Londra per incontrare il Chelsea. Subito dopo, Ausilio cambierà quartiere e cercherà di agganciare il Chelsea per Mohamed Salah. La formula è la stessa proposta per Podolski: prestito di sei mesi con diritto di riscatto.

Perso Alessio Cerci, che prende la strada di Milano, ma con i colori rossoneri cuciti addosso, l'Inter stringe per due obiettivi concreti in vista di gennaio. Piero Ausilio non vuole perdere tempo e fornire a Roberto Mancini il prima possibile un paio di rinforzi utili ad affrontare la sfida del 6 gennaio contro la Juventus al 200%.

CONTATTI CON DIARRA - E secondo quanto riportato dal quotidiano francese l'Equipe, proseguono a ritmo serrato i contatti telefonici con l'entourage di Lassana Diarra. Il giocatore svincolatosi dalla Lokomitiv Mosca è pronto ad approdare in Serie A. I contatti sono ben avviati e l'Inter potrebbe offrire sei mesi di contratto al centrocampista francese di origini maliane con opzione per un ulteriore anno di contratto al raggiungimento di alcuni obiettivi stagionali.

INCONTRO PER PODOLSKI - Ma il vero obiettivo dell'Inter resta quello di rinforzare il reparto avanzato e Ausilio è volato direttamente a Londra per stringere la trattativa con l'Arsenal per Lukas Podolski. Nel pomeriggio si terrà l'incontro con il manager dei Gunners Arsene Wenger e si lavorerà sull'opzione prestito con diritto di riscatto. L'accordo con il giocatore è stato trovato da tempo, se Ausilio riuscirà a convincere Wenger sarà Podloski il primo acquisto nerazzurro per Mancini.