102
Cambiano gli allenatori al Milan ma la regola rimane la stessa: Hakan Calhanoglu gioca sempre, in ogni sistema di gioco. E sarà così anche con Ralf Rangnick, che voleva portare il numero 10 rossonero al Lipsia già nel recente passato. Tra i due la stima è forte e reciproca, come ha confermato il giocatore ieri in una intervista a Sky: "Mi piace, sia lui che Pioli". Il professore vuole un alleato all'interno dello spogliatoio, Calhanoglu è tedesco di Bundesliga e potrà facilitare l'immersione di Ralf nel nuovo mondo rossonero.

RANGNICK VOTA SI AL RINNOVO - Hakan sarà uno dei punti fermi del 4-4-2 del manager tedesco. Giocherà da esterno di centrocampo con licenza di entrare dentro al campo per provare la soluzione da fuori area. Nel quartier generale di Londra, il dossier sul classe 94' è già oggetto di valutazione per i dirigenti Elliott. C'è la volontà, con il placet di Rangnick, di iniziare la trattativa per il rinnovo del contratto in scadenza nel 2021. Calhanoglu ha lasciato di recente il suo vecchio agente per affidarsi all'agenzia ISMG International, molto presente nel campionato tedesco. Ma nel suo caso la missione sarà diversa: restare in Italia, con la maglia del Milan. Perché Calhanoglu sembra non piacere a nessuno (dei tifosi), ma alla fine gioca con tutti.