44
Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, parla, in conferenza stampa, dell'incontro andato in scena in settimana tra il tecnico italiano, Aurelio De Laurentiis, Lorenzo Insigne e Mino Raiola: "Il Napoli della prossima stagione nasce da un po'. E' da tempo che parliamo della squadra futura, si è in continua evoluzione. Lorenzo ha ribadito la voglia di rimanere e di prolungare il contratto, non c'è mai stata da parte nostra la volontà di cederlo e questa settimana è servita da ulteriore conferma per la sua volontà di rimanere qua". 

SUL MERCATO - "Sarà un periodo molto lungo, fino al 31 agosto possono succedere tantissime cose. Allenatore manager? Non mi interessa, non lo voglio fare. La direzione tecnica della società è molto competente, io voglio fare solo l'allenatore, ed è una cosa che mi prende già molto tempo". 

SU ALBIOL -  "Ha recuperato, domani giocherà. Sta bene, non ha i 90 minuti. La sua esperienza, la sua personalità ci è mancata, lo sanno tutti". 

SU LOZANO - "Parlare di giocatori di altre squadre non mi piace. La moglie di Trippier a Napoli? Non lo so sinceramente, però Napoli è una bellissima città, c'è gente che ci viene in vacanza. Ma Lozano e Trippier sono giocatori che stiamo valutando, poi dopo c'è tutto il resto che è molto più complesso. Trattative, giocatori che preferiscono altre cose. Tra i giocatori a cui siamo interessati ci possono essere anche questi". 

MESSI O RONALDO? - "Le luci della ribalta sono più su Messi, perché Ronaldo non è riuscito a centrare una semifinale di Champions League dopo 9 anni". 

SU BARELLA - "L'apprezzamento resta, è un grandissimo centrocampista. Barella non tra quei giocatori sotto osservazione".