2
Il campionato Primavera fermo, le nazionali giovanili che non si ritrovano e il calcio giovanile in generale che non riparte. Per i nostri ragazzi è stato sicuramente un gennaio amaro, ma per qualcuno di loro, l'emergenza delle prime squadre ha di fatto aperto le porte verso esordi inaspettati, forse prematuri, ma che sicuramente potranno aiutare chi ce l'ha fatta nel proprio percorso di crescita. Perché tanti sono stati i ragazzi aggregati per allenamenti e convocazioni, e per qualcuno di loro, fra Serie A e Coppa Italia, è arrivata anche la gioia dell'esordio. 

ATALANTA LANCIATA - Come sempre Gian Piero Gasperini ha attinto senza paura al proprio vivaio per gestire l'emergenza e oltre al già celebrato Scalvini (difensore 2003), hanno trovato l'esordio anche Cittadini (difensore 2002), De Nipoti (attaccante 2003) e Sidibé (centrocampista 2002).

IL MILAN NON SI TIRA INDIETRO - Ha fatto sorridere il ritorno a casa in tram di Lapo Nava (portiere 2004), figlio di Stefano convocato contro la Roma. Anche Desplanches (portiere 2003) ha trovato la convocazione, ma in rossonero hanno però trovato l'esordio in prima squadra sia uno dei colossi della Primavera, Luca Stanga (difensore classe 2002) ed Emil Roback (attaccante 2003) in Coppa Italia.
L'EMPOLI VOLA - Jacopo Fazzini contro l'Inter in Coppa Italia si è goduto anche i supplementari, ma l'esterno offensivo non è l'unico lanciato da Andreazzoli che ha dato una maglia da titolare ad Asllani (centrocampista 2003) e da tempo aveva lanciato anche Baldanzi (trequartista 2003).  

GLI ALTRI - Con la Roma in Coppa Italia ha esordito il difensore greco ​Dimitrios Keramitsis (calsse 2004), col Bologna ha esordito ​il centrocampista Niklas Pyyhtiä (classe 2003), mentre per il Sassuolo è stata la volta di Luigi Samele (attaccante classe 2002) e per il Verona del centrale classe 2003 Diego Coppola. Infine il Cagliri che nella grandissima emergenza ha lanciato i vari Desogus (centrocampista 2003), Kourfalidis (centrocampista 2002) e Cavuoti (centrocampista 2003).,