12
A costo zero, o quasi. Il mercato della Roma della prossima stagione non permette sogni o voli pindarici. La crisi economica derivante dal coronavirus oltre al buco di bilancio e alla trattativa arenata con Friedkin costringerà il club a un ridimensionamento di costi e ingaggi in attesa di un eventuale ritorno di fiamma del magnate texano. Si punta così a un mercato ancora più "furbo" (per usare un termine caro a Petrachi) e a un'attenzione maggiore riguardo prestiti alla Smalling o parametri zero. E di svincolati interessanti a giugno ce ne saranno tanti. Ecco quelli nel mirino della Roma

VERTONGHEN - Il difficile riscatto di Smalling porta Petrachi a guardare di nuovo al mercato inglese. Vertonghen al Tottenham ha giocato tanto (26 presenze e due gol) ma nella testa di Mourinho è stato scavalcato da Davinson Sanchez. I procuratori del belga al momento non escludono nulla – neanche un rinnovo di contratto – ma i giallorossi lo seguono da mesi e in Inghilterra giurano su una sua partenza. 

GOTZE - Ormai stufo delle panchine al Borussia Dortmund, l'ex eroe della Germania 2014 è pronto a lasciare la Bundesliga. A 27 anni ha voglia di provare un'esperienza all'estero e quelli italiano è un campionato gradito. L'unico ostacolo è lo stipendio da 6 milioni, ma il suo arrivo garantirebbe esperienza e qualità al centrocampo di Fonseca. A giugno partirà e piace pure a Inter e Napoli. 
 
BONAVENTURA - La crisi societaria del Milan ha reso impossibile il rinnovo di contratto e la fronda che spingeva per farlo restare (Maldini e Boban) ha addirittura lasciato il club. In estate diventerà un’occasione di mercato e Mino Raiola ne parla da tempo con Petrachi. L'agente d'altronde ormai è di casa a Trigoria dopo gli affari Kluivert, Luca Pellegrini, Mkhitaryan e Manolas.  Il centrocampista rossonero è ambito pure da Fiorentina e Lazio, ma la Roma sembra essersi mossa in anticipo. 

PEDRO - A gennaio Petrachi si era interessato molto allo spagnolo, ex asso del Barcellona. L'occasione può ripresentarsi a giugno quando saluterà il Chelsea nonostante i tentativi del club inglese. ​Pedro l’unico giocatore nella storia ad aver vinto tutte le competizioni più importanti (Liga, Premier, tre volte la Champions, un mondiale, la Supercoppa europea ma anche il Mondiale per club e gli Europei).  Fonseca lo accoglierebbe a braccia aperte.