820
Grazie e arrivederci. Alessio Romagnoli salvo sorprese lascerà il Milan in estate, a un anno dalla scadenza del suo contratto. Maldini e Massara hanno fatto una scelta, basata su criteri tecnici ed economici, che non prevede la sua conferma. Gli ultimi due mesi e mezzo parlano chiaro, dal 7 marzo, complice anche un infortunio muscolare, l'ex capitano rossonero ha giocato solo 107' minuti, tra Lazio e Benevento. Nel rush finale, decisivo per la Champions League, Pioli si è affidato alla coppia Kjaer-Tomori, senza mai prendere in considerazione l'ex Roma, diventato una terza scelta.

NIENTE RINNOVO - Secondo quanto appreso da Calciomercato.com il Milan non ha presentato a Mino Raiola, che cura gli interessi di Romagnoli, nessuna proposta di rinnovo del legame in scadenza nel 2022, nemmeno alla cifra attuale, 3,5 milioni di euro. E' considerato in uscita, in estate saranno ascoltate offerte. C'è l'ipotesi che resti a Milano ancora un anno, per andare via gratis, ma le percentuali sono molto basse: Romagnoli vuole tornare a sentirsi protagonista, non vuole vivere una stagione intera in panchina, a guardare gli altri giocare. Il tempo non manca, nelle prossime settimane verrà trovata una soluzione che accontenti tutti.