Commenta per primo

Da un po' di tempo è lui il numero uno della Samp: Stefano Guberti. Precisamente dall'andata col Werder, quando Domenico Di Carlo vara il 4-3-1-2 che aveva segnato le sue fortune nel Chievo. Il mister ha preso da parte Guberti e gli ha detto: 'Sarai tu il mio numero uno dietro Pazzo e Fantantonio'. E lui, esterno sinistro con un passato da giocatore di pallamano e la nomea del ritardatario cronico, ha risposto presente.

Certo lì in mezzo da soli è dura. Guberti lo sa e si sta abituando: è la solitudine dei numeri uno. Cassano segna, c'è da difendere e Di Carlo tira fuori Stefano. Il Ferraris lo saluta con un lungo applauso, almeno per lui, una serata da numero uno.

(Il Secolo XIX)