Igor Zaniolo, padre di Nicolò, giocatore della Roma convocato da Roberto Mancini in Nazionale, ha rilasciato un'intervista a Il Secolo XIX, raccontando di quando il figlio è stato 'scartato' dalla Fiorentina: "Dopo tre anni a Firenze ci dissero che non era all’altezza della Primavera viola, così fu bravo lo staff tecnico dell’Entella a fiutare l’affare facendolo debuttare in B, prima che partisse per Inter e Roma. La convocazione di Mancini? Abbiamo chiamato il suo procuratore Stefano Castelnovo ma non sapeva nulla, così Nicolò ha chiamato il team manager della Roma che ha confermato".