35
Sebastiano Esposito è ritenuto un predestinato. L'Inter ci crede con forza, le sue magie all'Europeo Under 17 sono la dimostrazione di come questo ragazzo abbia davvero qualità fuori dal comune: spunti rapidi, qualità, tecnica e una particolare capacità di calciare punizioni magiche. Ecco perché la società ha predisposto le operazioni per il rinnovo di questo attaccante classe 2002 di cui sentiremo parlare, già debuttante in Europa League nel finale della gara di ritorno contro l'Eintracht Francoforte.


NO ALLA PLUSVALENZA - I top club inglesi hanno fiutato l'affare approfittando del suo contratto, su tutti Liverpool e Manchester City; l'Inter non ha paura e sta lavorando per blindarlo con assoluta serenità. Non solo, perché la società intera è convinta di non cederlo a titolo definitivo con clausola di recompra come fatto con tanti altri giovani in questi anni per necessità di bilancio. Sebastiano è ancora molto giovane, ecco perché il club nerazzurro valuterà tra un'altra stagione nelle giovanili con vista sulla prima squadra e un prestito secco per farsi le ossa. Ma non si andrà a monetizzare con Esposito, neanche con la clausola che consentirebbe di ricomprarlo entro 1/2 stagioni. Un talento che non si tocca, aspettando il definitivo salto di qualità.