4
L'allenatore dell'Inter, Roberto Mancini, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Chievo: "Sarà una partita delicata contro una squadra in forma. Dovremo fare una grande gara per vincere, come successo anche a Udine. Sarà dura".

DUBBI DI FORMAZIONE - Il tecnico di Jesi non ha ancora sciolto gli ultimi dubbi su chi giocherà: "Deciderò domani, anche Shaqiri sta bene. Ho tante soluzioni. Sono molto contento per Podolski, meritava il gol. Domani potrebbe giocare, ma ripeto, ancora non ho deciso. Vidic è migliorato molto dal punto di vista fisico, per questo sta sempre meglio ed è riuscito a ritrovarsi. Quando un giocatore arriva ad una certa età deve allenarsi di più e non meno. Non mi riferisco a lui, ma prima non stava bene fisicamente". Problema cartellini per il Mancio, con Hernanes e Palacio che sono diffidati: "Non faccio calcoli e non guardo a queste cose. Sono praticamente due attaccanti e in quella posizione del campo basta restare attenti per evitare i cartellini".

OBIETTIVO EUROPA - "La gara di domani sarà fondamentale per l'Europa League. Dobbiamo pensare a vincere per restare lì e provare a qualificarci. Il quarto posto credo sia già del Napoli, mentre le altre se la giocheranno fino alla fine. Molto dipenderà da domani".
CAPITOLO MERCATO - Proprio nel Chievo gioca un giocatore accostato ai nerazzurri negli ultimi giorni, Ervin Zukanovic: "Lo stiamo seguendo, ma non è il solo. Penso che sia un bel giocatore, ma ancora è presto per parlare di mercato".

BILANCIO NEGATIVO - In chiusura, una valutazione sulla stagione dei nerazzurri: "Per quanto mi riguarda, da quando sono arrivato la reputo negativa, perché avevo altre speranze per il nostro campionato. Nel caso in cui dovessimo arrivare quinti sarebbe tutto meno amaro, ma l'Inter deve puntare ad altri obiettivi".
Get Adobe Flash player