98
E' sempre più complicata la strada che può portare la Juventus all'asso cileno del Barcellona Alexis Sanchez. I costi non proprio accessibili dell'operazione (gli spagnoli, anche alla luce del Mondiale da protagonista del ragazzo, non abbassano le loro pretese di 25-30 milioni) e l'inserimento di un numero sempre maggiore di concorrenti sta convincendo Beppe Marotta a guardare verso altri lidi e ad altri giocatori, con buona pace di Antonio Conte, che aveva indicato il nome del Nino Maravilla come quello prioritario del mercato bianconero.

DESTINAZIONE PREMIER? - Nonostante un'intesa verbale raggiunta da tempo col procuratore di Sanchez, Fernando Felicevich, la Juve non ha trovato gli argomenti economici necessari per convincere il Barcellona a cedere il giocatore a condizioni convenienti (18 milioni) e così, dopo il Liverpool, che potrebbe accettare il cileno come parziale contropartita nell'affare Suarez, nelle ultime ore sono risalite prepotentemente anche le azioni dell'Arsenal.

WENGER FA SUL SERIO - L'edizione inglese del portale Goal.com riferisce di un'offerta da 40 milioni di euro che Arsene Wenger è pronto a recapitare alla società catalana. C'è di più: sempre secondo questa fonte, prima del Mondiale, si sarebbe svolto un incontro con l'entourage del calciatore per vagliare la sua disponibilità a un trasferimento in Premier League e in particolare ai Gunners, che cercano un attaccante che si completi dal punto di vista tecnico e tattico col francese Giroud. Senza dimenticare, ovviamente, le voci che continuano ad interessare il milanista Mario Balotelli e Mario Mandzukic del Bayern Monaco.