13
Un inizio di carriera da attaccante, un presente tra centrocampo e trequarti. Tra i protagonisti della Juve Primavera c'è Franco Tongya, che sin qui ha già totalizzato 23 presenze stagionali, con due gol e due assist. Impegnato ieri nell'amichevole dell'Italia Under 19 contro i pari età della Svizzera, Tongya si è raccontato in esclusiva a Calciomercato.com: "La partita è andata bene, speravamo nella vittoria, ma siamo contenti sul piano dell'intensità e del gioco".



Come procede la preparazione alla fase élite dell'Europeo?

"In questi due raduni mi sono integrato bene nel gruppo. I compagni sono stati bravissimi a inserirmi. Stiamo cercando di prepararci per l'Europeo, sono molto contento".

Facciamo un passo indietro: cosa ti ha lasciato l'esperienza al Mondiale Under 17?

"Mi ha arricchito. Chiunque vuole giocare un Mondiale, alla mia età poi è ancora più bello. Mi porto dietro tante cose, è stato un percorso lungo perché in precedenza con l'Under 17 eravamo anche arrivati secondi all'Europeo. Al Mondiale siamo usciti ai quarti con il Brasile, ma va bene lo stesso, anche perché è stata la squadra che poi ha vinto". 

In parallelo affronti il cammino con la Juve: come sta andando?

"Mi trovo molto bene, sono in bianconero da undici anni. Quest'anno stiamo facendo un percorso importante, siamo in corsa in tutte le competizioni e vogliamo arrivare in fondo a tutte. Il mio desiderio? Esordire con la maglia della Juve, oltre a giocare e vincere per la nazionale". 

Chiudiamo con il tema razzismo: anche lo scorso week-end, in Serie A, abbiamo fatto i conti con tristi episodi. Spesso hai speso parole su questo argomento, cosa ti senti di dire?

"Non mi sembra nemmeno il caso di parlarne, chi ne parla è gente stupida. Sono contentissimo di essere qui con la nazionale italiana, non penso ci siano differenze".