Commenta per primo

Stefano Colantuono invita i suoi a non abbassare la tensione proprio adesso che il traguardo è in vista. Domenica l'Atalanta andrà a far visita al Parma. "Il destino è nelle nostre mani, per fortuna non dobbiamo dipendere dai risultati degli altri - sottolinea il tecnico atalantino - Ma non bisogna sottovalutare il Parma, che è una buona squadra e ci farà soffrire. Anche loro, come noi, hanno voglia di chiudere in fretta il discorso salvezza. Ci vorrà un'altra prestazione super, altrimenti non la spunteremo".

L'Atalanta punta alla sesta vittoria esterna stagionale, ma viste le assenze in attacco (Livaja è squalificato mentre Parra, Budan e Brienza sono ko) andare in rete non sarà un'impresa facile. Colantuono però non si preoccupa, anche perché sa di poter contare su Denis, autore di 15 gol in questa stagione. "Davanti siamo rimasti in pochi, ma ci attrezzeremo con gli uomini che abbiamo".

Accanto a Denis ci sarà Maxi Moralez, che l'anno scorso al Tardini rifilò al Parma una doppietta. "Da lui mi aspetto un contributo in termini di fluidità di manovra. Quest'anno gli è mancata un po' di continuità, ma nelle ultime gare si è ritrovato. Speriamo che torni a essere quello dell'anno scorso. Una stagione altalenante comunque ci puo' stare, fa parte del percorso di crescita di un giocatore".