Marco Di Vaio, parla del momento che sta vivendo il Bologna, reduce dal ko contro la Spal. Queste le parole del team manager rossoblù al sito del club: "Siamo partiti male in avvio, facendoci aggredire troppo e faticando ad uscire col fraseggio: volevamo colpirli in contropiede e di potenziali occasioni pericolose in questo senso comunque ne abbiamo avute. Non ci hanno aiutato l’infortunio immediato di Poli e l’espulsione, ma rimanendo in 10 abbiamo tirato fuori qualcosa in più combattendo fino all’ultimo, facendo una partita gagliarda e presente dal punto di vista agonistico. Dopo il vantaggio la Spal è arretrata, siamo arrivati più volte al limite dell’area ma ci è mancato l’ultimo passaggio. Da rivedere c’è sicuramente l’approccio sbagliato, ma per il resto i ragazzi hanno disputato la battaglia che doveva essere e hanno giocato la partita che avevano preparato. Dispiace, ma portiamoci questa rabbia verso la prossima con l’Atalanta". 

SU DESTRO - "Capitò anche a me come a tutti, lui al 94′ dopo un match di grande sofferenza ci ha creduto ed era lì, si è creato l’opportunità di calciare a porta vuota poi purtroppo è successo l’imponderabile. Anche lui ora deve trasformare questa delusione in carica per domenica prossima"