51
Il Coronavirus non accenna a fermare la propria diffusione e, per questo, in seguito alle nuove misure restrittive del Governo italiano e di tutti gli altri stati mondiali, anche il mondo dello sport sta subendo grandi conseguenze. Ecco gli aggiornamenti più importanti della giornata di oggi.

23.15 - Il presidente del Frosinone Maurizio Stirpe tuona: "Se chiudono qui la B e non andiamo in Serie A, sono pronto al ritiro".

21.30Incontro Leghe-Uefa: la Serie A vuole terminare il campionato​. 

20.45 - Per le prossime due settimane, la Masia, struttura di formazione del vivaio del Barcellona, resterà chiusa per l'emergenza coronavirus.

20.30 - L'Argentina si ferma per il coronavirus: stop a tutto lo sport fino alla fine di marzo.

20.00 - L'Oms dichiara il coronavirus pandemia, il presidente dell'Aic Damiano Tommasi commenta sui social: "Siamo sicuri che oggi esista un campo neutro?", mandando un messaggio soprattutto alla Uefa in vista della possibilità di far disputare le gare di Europa League Inter-Getafe e Siviglia-Roma su campo neutro.

19.00 - Il tecnico del Lione Rudi Garcia in conferenza stampa: "Si ferma la Serie A, ma noi giochiamo con la Juve. Sono perplesso". (LEGGI QUI TUTTE LE DICHIARAZIONI)

17.50Il coronavirus blocca la Coppa del Re: la federazione spagnola (RFEF) ha deciso di rinviare la finale tra Real Sociedad e Athletic Bilbao, che si sarebbe dovuta disputare il 16 aprile. La data più quotata è ora il 30 maggio.​
13.45 - Timo Hubers, difensore centrale dell’Hannover 96, è risultato positivo al coronavirus. Il 23enne, scrive il sito ufficiale del club tedesco, si presume sia stato infettato durante un evento a Hildesheim sabato sera. Ora saranno sottoposti a test tutti i dipendenti, calciatori e non, del club. Queste, invece, le parole di Gerard Zuber, ds dell’Hannover: “Timo si è comportato in modo assolutamente esemplare. Finora non ha mostrato alcun sintomo. Quando ha scoperto che una persona che era stata con lui all’evento era risultata positiva, lo ha riferito al medico mettendosi in quarantena a casa”.  Il giocatore è ancora in quarantena domestica.​

12.30 - Attraverso un post ufficiale pubblicato sul proprio canale twitter il Real Madrid ha ufficializzato che il match fra Juventus e Real Madrid di Youth League in programma per oggi è stato ufficialmente rinviato e non cancellato. La nuova data sarà comunicata nei prossimi giorni.

11.20 - Come sta Mbappé? L'attaccante del Paris Saint Germain è risultato negativo al tampone per il Coronavirus, ma secondo quanto riportato da RMC Sport e dall'allenatore Tuchel in conferenza stampa difficilmente sarà della partita contro il Borussia Dortmund anche se oggi si sta allenando con i compagni. Mbappé aveva febbre e mal di gol, ma sono sintomi che si ricollegano a un problema di Angina Pectoris che già ha nel suo quadro clinico.

11.15 - Anche il Verona ha ufficialmente sospeso l'attività della prima squadra fino al 16 marzo.

10.30 - Il presidente dell'Atletico Madrid, Enrique Cerezo ha parlato a Radio Punto Nuovo dell'emergenza Coronavirus: “Sappiamo che in questo momento si sta attraversando un periodo complicato, ma l'Atletico Madrid seguirà alla lettera, fidandosi apertamente, le disposizioni dettate dalla UEFA e dagli altri organi competenti" LEGGI L'INTERVISTA COMPLETA

09.30 - Anche la federcalcio austriaca ha preso provvedimenti seri per cercare di arginare l'emergenza coronavirus e ha scelto di rinviare a data da destinarsi le prossime due settimane di campionato.

08.30 - Rinviata ufficialmente la prima partita di Premier League che era in programma questa sera. Si tratta di Manchester City-Arsenal con la decisione che è già stata ufficializzata dal club di Pep Guardiola. La motivazione? Il contatto di alcuni dei suoi tesserati con il proprietario dell’Olympiakos, Evangelos Marinakis, in occasione della partita di Europa League del 27 febbraio, il quale è risultato positivo al Covid-19. QUI GLI AGGIORNAMENTI

08.00 - ​Quarantena per coronavirus per i tre giocatori cileni Arturo Vidal del Barcellona, Alexis Sanchez dell'Inter e Gary Medel del Bologna. A confermarlo è il ministro della sanità cilena che ha annunciato misure protettive in vista della sfida con Uruguay e Colombia in programma il prossimo 26 marzo e 31 marzo.  LE MOTIVAZIONI