110

Come se non bastasse, il Bayern Monaco mette le mani anche su Mario Gotze in vista del prossimo mercato estivo. Secondo i quotidiani Bild e Kicker, il club bavarese ha versato il giovane trequartista tedesco versando nelle casse del Borussia Dortmund i 37 milioni di euro previsti dalla sua clausola di rescissione. Gotze al Bayern guadagnerà 7 milioni all'anno rispetto ai 5 percepiti ora.

La notizia è stata confermata dal sito ufficiale del Borussia Dortmund: "Alcuni giorni fa - si legge nel comunicato - Mario Gotze e il suo agente Volker Struth hanno informato il club che faranno valere la clausola di rescissione per trasferirsi al Bayern Monaco il prossimo 1° luglio".

L'amministratore delegato Hans-Joachim Watzke ha commentato: "Ovviamente siamo molto delusi, ma sottolineiamo che Mario ei suoi agenti hanno agito in maniera conforme ai regolamenti. Pertanto, insieme all'allenatore Juergen Klopp e al direttore sportivo Michael Zorc, chiediamo a tutti i nostri tifosi di sostenere il giocatore come tutti i suoi compagni di squadra nell'importante semifinale di Champions League contro il Real Madrid. Si tratta di una grave perdita, che però non fermerà il nostro progetto di crescita".
 

IERI:
Dominatore degli ultimi due campionati tedeschi e protagonista di una cavalcata straordinaria in Champions League quest'anno, il Borussia Dortmund si prepara all'appuntamento con la storia di mercoledì: al Westfalen Stadion sarà di scena il Real Madrid di Josè Mourinho nell'andata delle semifinali. Una sfida che è già cominciata col botta e risposta tra lo Special One ("Da quando c'e' stato il sorteggio, Jurgen Klopp ha parlato tutti i giorni mentre io non ho aperto bocca. Noi parleremo della partita martedi', in queste due settimane abbiamo lavorato abbastanza per preparare questa partita") e l'allenatore di Stoccarda ("So cosa ha detto Mourinho, ne sono consapevole.  Che posso commentare? Mourinho dice esattamente le stesse cose che mi diceva la mia professoressa, che parlo troppo. Non so se sia una guerra psicologica ma ad ogni modo me ne staro' tranquillo").

Ma il mago di Dortmund ha detto anche altro, parlando del momento di un campionato, la Bundesliga, nel suo momento di massima espansione economica e di interesse ma che rischia di diventare una lotta a due da qui ai prossimi anni. Klopp ha utilizzato un'immagine molto efficace per descrivere il duopolio Bayern Monaco-Borussia Dortmund che si è venuto a creare negli ultimi anni, paragonandolo a quello che per diverso tempo ha caratterizzato il derby scozzese tra Celtic e Rangers di Glasgow. Una forbice con le altre squadre di Germania destinata ad allargarsi ulteriormente, come dimostrano le politiche di Scalke 04, Bayer Leverkusen e Borussia Moenchengladbach (per fare degli esempi) che vivono e vivranno sulle cessioni delle loro stelle (Schurrle, Xhaka, Draxler).

Ma il timore ancora più concreto è che lo stesso Dortmund sia destinato alla lunga a soccombere di fronte allo strapotere finanziario della società bavarese, che acquisterà la prossima estate proprio dai gialloneri il bomber polacco Robert Lewandowski (24). E ,con gli altri gioielli Hummels, Gundogan, Reus e Gotze cercati dalle grandi d'Europa, la situazione è destinata ad accentuarsi ulteriormente.