36
Perno e chiave del nuovo Napoli: Fabian Ruiz ha impegato poco tempo per conqusitare il San Paolo e diventare un punto fermo del centrocampo di Ancelotti. Al secondo anno in Italia, lo spagnolo ha le idee chiare: "Vincere un titolo? Sì, lo voglio davvero, per festeggiare insieme alla città" dice ai microfoni di Marca dal ritiro della Nazionale. 

SUL NAPOLI - "Anche Siviglia è una città in cui il calcio è vissuto molto bene, Betis e Siviglia hanno molti tifosi. Napoli è più grande, c'è una sola squadra. Lo noti per squadra, amano il calcio e il Napoli. All'inizio sono rimasto sorpreso, camminavo per strada e 20/30 persone sono venute verso di me".

SUL RINNOVO - "Il club sta parlando con i miei agenti, spero venga raggiunto un accordo. Sono felice sin da quando sono arrivato qui, mi danno molta fiducia".

SU REAL MADRID E BARCELLONA - "Mi piace essere accostato a quei club, ma ho ancora quattro anni di contratto a Napoli e sono molto contento. L'allenatore mi dà fiducia".

SULLA NAZIONALE - "Spero di poter andare all'Europeo e fare come quest'anno (all'Europeo Under21, ndr). Decide l'allenatore, mi piacerebbe anche fare le Olimpiadi".

SU KOULIBALY E L'ERRORE CON LA JUVE - "Tutti sbagliamo, non bisogna dargli colpe. Il mio dispiaciuto era lui. Siamo tutti con lui, è importante per noi, dà sempre il massimo e garantisce sicurezza".