Commenta per primo
Roberto Crivello, difensore del Frosinone, parla del nuovo corso targato Moreno Longo: "E' arrivato motivato a mille, grande motivatore. Noi lo stiamo seguendo e i risultati si vedono. Cosa chiedo a me stesso per questa stagione? Di giocare 40 partite. So che non è possibile però darò il massimo quando verrò chiamato in causa. CR3? E' una cosa che mi fa ridere nulla di più. Motivazioni? A me mi rovinò la partita con il Genoa in serie A perché sbagliai quella partita. Da quel giorno tutto il mondo Frosinone mi ha etichettato in un modo e di conseguenza non venivo visto di buon occhio. Dalla stampa ai tifosi sono stato etichettato male. Avete scritto delle cose sul calciatore che non giudico ma tante sulla persona non vere e questo mi ha dato fastidio. Due anni fa avevo Pavlovic davanti a me, un ottimo calciatore ma quando ho giocato il Frosinone ha fatto i suoi punti. L'anno scorso quando giocavamo a quattro mi sentivo il titolare, poi abbiamo cambiato modulo e il mister preferiva Mazzotta. Io sono sempre lo stesso, anzi forse sono migliorato perchè l'anno scorso quando non giocavo sono cresciuto molto. Adesso sto facendo bene ma ripeto io sono lo stesso, forse è cambiato il modo di vedere Crivello".