22
La Juventus continua a sondare il mercato italiano ed internazionale a caccia dei talenti del futuro e agli osservatori bianconeri non potevano sfuggire i tanti giovani prospetti messi in mostra dal recente Europeo Under 19 giocato in Grecia e vinto dalla Spagna. Dopo i rumors su un interesse per il fantasista del Betis Siviglia Dani Ceballos, finito prepotentemente nel mirino del Real Madrid, il direttore sportivo Fabio Paratici e i suoi collaboratori hanno messo gli occhi sul difensore classe '97 Jorge Merè.

CHE COPPIA CON VALLEJO - Asturiano di Oviedo, cresce nella cantera del Real locale prima di trasferirsi nel 2010 in quello dello Sporting Gijon, squadra nella quale ha mossi i primi passi anche un certo David Villa. Con la formazione biancorossa, Merè debutta a 16 anni con le riserve in Segunda Division e soltanto lo scorso aprile entra a far parte stabilmente della prima squadra, che ha riconquistato a giugno la promozione in Liga. L'estate appena iniziata lo ha ulteriormente consacrato come uno dei migliori difensore ammirati nell'Europeo Under 19, in cui ha formato col compagno di squadra Jesus Vallejo (neo-acquisto del Real Madrid) una coppia quasi insuperabile. Rispetto al collega, più dotato tecnicamente e in possesso di una maggiore capacità di impostare il gioco dalle retrovie, Merè è più forte dal punto di vista fisico, nella marcatura e nell'uno contro uno.
CLAUSOLA DA TOP PLAYER - Destro naturale che può giocare tranquillamente anche sul centrosinistra, Merè è un giocabile molto abile anche sulle palle alte e molto abile nel leggere in anticipo lo sviluppo delle azioni avversarie grazie ad un innato senso della posizione. Lo Sporting Gijon lo considera uno dei migliori prodotti degli ultimi anni del proprio settore giovanile, tanto da averli fatto firmare nell'estate 2014 il rinnovo di contratto fino a giugno 2019 e inserendo una clausola rescissoria di 25 milioni di euro. Va inoltre ricordato come il club asturiano sia uno di quelli appartenenti alla galassia del fondo di investimento Doyen Sports, che vanta una sorta di prelazione sui giovani più promettenti. Seguito in passato anche da Newcastle e Manchester United, la Juventus è pronta ad osservarne i progressi in un banco di prova pazzesco, al cospetto di Messi e Cristiano Ronaldo.

Andrea Distaso
@AndreaDista83