Le qualità e la personalità si erano già intraviste ai tempi della Steaua Bucarest. Un ottimo prospetto con grandi potenzialità, tanto da attirare l'interesse di mezza Europa, tra cui Inter e Milan. Nicolae Stanciu si è poi consacrato all'Anderlecht, prima di raccogliere la pesante eredità di Tomas Rosicky allo Sparta Praga. Capitano della formazione ceca, il 25enne rumeno ora è pronto per confrontarsi con i maggiori campionati europei. E gli estimatori certamente non mancano... 

L'ESPLOSIONE - Cresciuto nel settore giovanile dll'Unirea Alba Iulia, nel 2008 esordisce in prima squadra, all'età di 15 anni, prima di passare nel 2011 al Vaslui. Due anni più tardi, la Steaua Bucarest non lo lascia scappare e lo acquista per una cifra vicina ai 700 mila euro. In tre nella capitale rumena, Stanciu colleziona 136 presenze condite da 33 reti e 25 assist. Nell'estate 2016 arriva la chiamata dell'Anderlecht, che se lo aggiudica per 9,8 milioni di euro: una cifra record per il club, che segna il primato per la cifra più alta mai spesa per un calciatore. La formazione belga batte la concorrenza di Inter e Milan, che nei mesi precedenti si danno battaglia per il rumeno, senza riuscire però ad affondare. Le due società inviano i loro scout in Romania per seguire dal vicino Stanciu nella prima metà del 2016, ma vengono bruciati dalla squadra belga. 
DALL'ANDERLECHT A ROSICKY - In Belgio, Stanciu conferma le ottime doti mostrate già in precedenza e si fa notare anche in campo internazionale. Il calciatore, in rampa di lancio, decise a sorpresa lo scorso gennaio di accettare la proposta dello Sparta Praga. A volerlo è Andrea Stramaccioni, a quel tempo alla guida del club ceco, che lo convince a trasferirsi sulle rive della Moldava e prendere in eredità la pesante maglia numero 10 granata di Tomas Rosicky. In pochi mesi, il rumeno si prende la scena con reti e prestazioni importanti, diventando presto un leader della squadra praghese e il miglior giocatore del campionato della Repubblica Ceca.

UNA NUOVA SFIDA - La scelta di trasferirsi a Praga ha sorpreso molti addetti ai lavori, alla luce delle proposte arrivate a Stanciu. L'andamento altalenante del club ceco e soprattutto la mancata qualificazione alla fase a gironi di Europa League potrebbe spingere il rumeno a cambiare aria, a caccia di una nuova sfida per dimostrare ancora una volta tutte le sue qualità. Gli estimatori di certo non mancano: nelle ultime ore, il Borussia Monchengladbach ha effettuato dei sondaggi, ma in caso di addio allo Sparta Praga la concorrenza potrebbe diventare sempre più folta.