165
Balde Diao Keita all'Inter, un matrimonio che non s'ha da fare. Almeno secondo Igli Tare, direttore sportivo della Lazio. Il ds biancoceleste in occasione dell'amichevole della squadra di Inzaghi contro il Malaga ha così risposto a un tifoso nerazzurro in giro per la città spagnola: "Ma quindi Keita viene all'Inter? Non credo proprio", le parole riportate da lalaziosiamonoi.it. Le strade si separano, il dirigente della Lazio torna in hotel per stare insieme alla squadra: la testa è già proiettata alla sfida contro la Juventus del 13 agosto. Farà parte del match - salvo sorprese - Keita. Il presidente Claudio Lotito, infatti, non vuole cedere il giocatore prima della Supercoppa contro i bianconeri. L'Inter è vigile sulla situazione, ma in pole position resta la Juventus.
LA TRATTATIVA - I nerazzurri - secondo quanto appreso da calciomercato.com - hanno parlato sin qui solo con l'agente del giocatore, Calenda: i rapporti sono ottimi, ma alla Lazio non è stata presentata alcuna offerta. La Juventus, invece, ha fatto partire la trattativa coi biancocelesti qualche settimana fa. E' in corso un vero e proprio braccio di ferro tra le parti: la società bianconera offre 20 milioni di euro per l'attaccante classe 1995 che oggi ha giocato da titolare nell'amichevole tra Lazio e Malaga, il presidente Lotito ha ribadito la stessa richiesta di sempre: 30 milioni. Il numero uno biancoceleste spera sempre che possa scatenarsi una vera e propria asta di mercato per il giocatore, con Juventus in pole position, Inter, Milan e Napoli in secondo piano. I campioni d'Italia restano in vantaggio sulle rivali di mercato, forti del sì del giocatore. L'Inter al momento in secondo piano, soprattutto dopo l'arrivo ormai certo di Emre Mor.