154
Igli Tare, ds della Lazio, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del sorteggio dei gironi di Europa League, con i biancocelesti che hanno preso Celtic, Rennes e Cluj: "E' un percorso di crescita. Se vogliamo entrare nel calcio che conta dobbiamo passare per queste esperienze. Siamo abituati a soffrire e su queste cose siamo anche cresciuti tanto. Abbiamo una squadra esperta con un misto di giocatori giovani ed esperti. Non dobbiamo nasconderci. Quando ci sono queste competizioni, devi andare in giro per l'Europa e rappresentare al meglio il calcio italiano"​.

SUL GIRONE - “A noi non ci piacciono le cose facili. Siamo nati per sopravvivere sulle difficoltà. E' un girone tosto. Incontriamo due squadre che hanno fatto i preliminari della Champions. Il Rennes l'anno scorso è arrivato ai quarti di Europa League. Ha investito tanto. Il Celtic sappiamo che storia ha. E' un girone eccitante: sarà bello andare a giocare in Scozia e in Romania".

SULL’EUROPA LEAGUE -  "L'Europa League a livello di immagine ci può dare tanto. Soprattutto negli ultimi anni siamo stati spesso in questa competizione, la conosciamo bene. Attraverso un cammino lungo possiamo arrivare fino in fondo. L'importante è arrivare fino in fondo, con un po' di fortuna e magari, senza infortuni".

SU CELTIC E RENNES -  "Nel Celtic, c'è Edouard che piace vero, ma non l'ho mai cercato. E' una squadra tosta, partita bene quest'anno. Sono squadre che cercano il gioco fisico. Lo stesso Rennes... è una squadra fisica. Penso che siamo favoriti in questo girone, non dobbiamo nasconderci”.

SU CORREA - “Correa è cresciuto tanto. Ad Auronzo ho parlato molto con lui, abbiamo visto una grande crescita frutto anche di un ambiente familiare che ha aiutato il suo inserimento. Ha delle qualità e delle caratteristiche molto interessanti. Siamo ben felici di averlo con noi. Penso che anche lui, a breve rinnoverà il suo contratto con noi”.

SUL MERCATO -  "E' stato un mercato giusto. Dove abbiamo avuto bisogno, con Lazzari e Jony abbiamo messo due giovani forti. Con Vavro un difensore giovane molto interessante. Come squadra siamo al completo. Ci sarà a breve il rinnovo di Caicedo, ci sono alternative... Se ci sarà qualche occasione che può migliorarci, che ben venga. Per adesso penso che la squadra è completa. Nel derby favoriti? Non penso, è un campionato a parte a Roma. Sappiamo bene che non sarà facile ma dobbiamo dare continuità e sperare di vincere. Sarebbe molto importante per il nostro cammino".

SU MILINKOVIC-SAVIC - In zona mista, rispondendo alle domande dei cronisti presenti, Tare ha anche parlato del possibile addio di Sergej Milinkovic-Savic: "Se l'Inter si presenta con una offerta da 74 milioni per Milinkovic-Savic è troppo tardi? Penso di sì".