111
Direttamente nel ritiro di Auronzo di Cadore tutta la rosa della Lazio presente in ritiro agli ordini di Maurizio Sarri si è oggi sottoposta al vaccino anti-Covid-19. Una scelta che arriva, come dichiarato dallo stesso presidente Lotito, già prima dell'appello fatto dal Presidente del Consiglio Mario Draghi.

RISPETTO DELLE REGOLE - Intervistato dai canali ufficiali della Lazio, il patron Lotito ha spiegato così cosa lo ha spinto a chiedere alla regione Veneto di poter ottenere spazi e dosi per poter sottoporre la squadra al vaccino: "La Lazio ha sentito l’obbligo di dare un segnale ed un esempio di senso civico, di rispetto delle regole e soprattutto di tutela della salute dei propri atleti e di tutti coloro che entrano in contatto con la squadra e con lo staff. L’iniziativa è nata prima dell’appello del Presidente del Consiglio Draghi, quando la settimana scorsa ho contattato personalmente il Presidente della Regione Veneto, chiedendo di poter mettere a disposizione della squadra la competente ULSS di Belluno, per procedere alla vaccinazione. Devo dare atto al presidente Zaia che, in modo efficiente e in tempi rapidissimi ha risposto concretamente a questa nostra istanza: adesso tutti i nostri tifosi e tutti i cittadini, a partire da quelli di Auronzo, potranno guardare con soddisfazione a questa nostra iniziativa".