35
Roberto Mancini, allenatore della nazionale italiana, ha parlato in conferenza stampa dal centro federale di Coverciano, prima delle gare degli azzurri con Bosnia e Armenia:

Giocatori della Roma? Florenzi non è un problema, si è riposato e quindi starà meglio, sia in queste partite che all’Europeo. Mancini che gioca a metà campo può fare bene anche per noi, può aiutarlo nel palleggio, ma rimane un difensore. Zaniolo è un giovane e deve crescere ancora molto, lavorando seriamente come sta facendo.

Var? Noi siamo la nazione delle polemiche post partita, fa parte della nostra cultura calcistica. Il var ha migliorato certe situazioni, in questo momento, con tutte le regole che si cambiano ogni anno, gli arbitri sono in difficoltà, ma non è niente di grave.

Razzismo? Il calcio deve unire, non distruggere quello che di buono c’è, per quelle poche persone che sbagliano. Balotelli è un giocatore al quale io voglio bene, è in una età in cui può fare ancora molto. Lo voglio convocare, però. Quando può essere importante per noi, deve lavorare ancora, ma voglio convocarlo quando lo merita tatticamente.

Kean? Lui fa parte di questa nazionale, anche se è ancora squalificato. Spero che possa tornare a giocare ed esserci anche per l’Europeo.

Bosnia? Sarà un bel test per noi, in uno stadio comunque pieno e caldo. Non sarà una gara semplice e vogliamo fare bene, anche perché fino a marzo non avremo altre possibilità di vederli.

Esterni in difficoltà? Berna sta giocando, così come Chiesa ed Insigne. Magari non sono in un momento felice, ma quando sono con noi fanno bene. Questo è l’importante, poi avranno momenti migliori, ma l’importante è che giochino.

Sfogo di Conte? Non so cosa sia successo, ma per noi Barella e Sensi sono importanti. Naturalmente non hanno esperienza di chi gioca da 10 anni in Champions, ma sono giocatori della Nazionale e tra i migliori in Italia.

Giovani alla prima convocazione? Orsolini viene dall’Under 21 e ha già fatto l’Europeo, ma se riusciamo a vederli direttamente possiamo farci un’idea migliore. Li abbiamo seguiti molto in questi mesi, Cistana è un profili interessante, così come Castrovilli. Dobbiamo vedere sul lungo periodo, anche dopo l’Europeo.”