111
Da titolare a seconda scelta. Il 2020 di Samu Castillejo è stato fin qui luci e ombre, lo spagnolo è passato da essere una risorsa per Pioli a un ripiego. A parlare sono i numeri, in questa stagione ha giocato 215' minuti in Europa League, con tre presenze su tre dal primo minuto e solo 117' in campionato, spalmati in quattro match, l'unico dall'inizio il 21 settembre scorso con il Bologna. L'esplosione di Saelemaekers e la scelta di giocare a sinistra con un giocatore offensivo come Leao hanno cambiato gli equilibri, l'ex giocatore del Villarreal sta facendo fatica a trovare spazio con continuità e quando è stato chiamato in causa raramente ha dato l'impressione di poter cambiare le gerarchie.

LA LIGA CHIAMA - Il suo contratto è in scadenza nel 2023, ma a fine stagione il suo agente farà il punto con Maldini e Massara. Castillejo sta bene al Milan, ma vuole sentirsi protagonista, altrimenti andrà via. In Spagna, secondo quanto riporta il Mundo Deportivo, lo vogliono Atletico Madrid e Siviglia. Monchi è un maestro nel rilanciare i giocatori, non è da escludere che nel 2021 un tentativo concreto.