383
Nuova stagione, stesso Theo Hernandez. Il difensore francese del Milan ha iniziato il nuovo campionato con il piede sull'acceleratore, contro l'Udinese ha regalato prova sontuosa, condita dal gol del momentaneo 1-1, che l'ha fatto salire a quota 19 gol in 99 partite di Serie A. Numeri importanti, che confermano la crescita di un terzino diventato nel giro di due anni uno dei migliori interpreti nel suo ruolo. In giro ce ne sono pochi come lui, ne è convinto Pioli, che è rimasto sorpreso quando scorrendo la lista dei candidati al prossimo Pallone d'Oro non ha letto il nome dell'ex Real Madrid e Alaves: "Avrei messo Theo Hernandez nei 30" ha dichiarato nella conferenza post Udinese.

CHELSEA - Il Milan ci ha visto lungo quando, nell'estate 2019, ha scelto di investire 20 milioni di euro per il suo cartellino, ha puntato su un cavallo che è diventato vincente. Un giocatore che considera il Milan una seconda pelle, come ammesso candidamente dopo la firma sul rinnovo fino al 2026: "È vero che c'erano tante squadra che mi volevano, ma io ho pensato solo al Milan e di rimanere qua". Su di lui, quest'estate, avevano messo gli occhi Manchester City, Paris Saint-Germain e soprattutto Chelsea, che ha provato a sfruttare gli ottimi rapporti con Maldini. La risposta è sempre stata la stessa, "Theo non è in vendita", i Blues sono stati costretti a cambiare obiettivo e, alla fine, a scegliere Cucurella del Brighton.