19
"In un calcio ormai privo di esempi da seguire e positività, ma sempre più basato sul denaro e sul ritorno economico, e funestato da eventi che con il pallone non hanno nulla a che vedere, questa rubrica vuole proporre un momento di svago settimanale che ci riavvicini allo sport più bello del mondo, legato al campo di gioco ma non solo, anche ai social, alle iniziative di beneficenza e a storie da raccontare: il calcio è felicità, il calcio è passione, il calcio è "Momenti Di Gioia""

"Tutto il mondo è paese": a chi pensava che certe situazioni quantomeno "focose" abbinate al rettangolo verde di gioco potessero verificarsi esclusivamente in Italia (celebre lo spinoso caso a tre tra Wanda Nara, Mauro Icardi e Maxi Lopez) o al massimo in Inghilterra (dove tra Giggs e il fratello e tra John Terry e Wayne Bridge non è mancato sicuramente uno scenario "hard", in tutti i sensi che ne possono derivare), consigliamo di leggere cosa è avvenuto nella nodica e fredda Danimarca, già teatro nel passato di violente passioni d'amore e morte, come ci ha insegnato Shakespeare nel suo celebre "Amleto".

A MALI ESTREMI... - Già, perchè proprio nel lontano paese scandinavo negli ultimi giorni è scoppiata una nuova storia che interseca calcio e amore, molto simile a quella che vide coinvolti gli attuali giocatori di Inter e Torino: il protagonista è una vecchia conoscenza del nostro calcio, Christian Keller, ex centrocampista proprio dei granata nel 2004/2005 (0 presenze) e della Lazio nel 2005/2006, stagione nella quale mise a referto sette presenze senza mai andare in gol, e soprattutto senza mai fare nulla per farsi apprezzare dai suoi tifosi. Il suo nome è tornato alla ribalta oggi, dieci anni dopo, e non per motivi calcistici: Keller, oggi centrocampista del club danese del Randers, esce infatti con la consorte del compagno Jonas Borring e quest'ultimo ha fatto sapere che finchè l'ex Lazio giocherà nel club, lui non scenderà più in campo.

LA DONNA DEL MIO "AMICO" - Dopo un lungo peregrinare tra Norvegia e Turchia, Keller è tornato in patria e ha cominicato ad usicre con Kira: fin qui niente di male, se non fosse che Kira è l'ex moglie di un suo compagno di squadra. I due hanno infatti divorziato un anno fa, ma sono separati in casa. Dura la condanna di Borring al giornale danese Ekstra Bladet: "Lui ha violato la prima regola dello spogliatoio, mi ha pugnalato alle spalle. Finchè sarà un giocatore di questa squadra, io mi rifiuterò di scendere in campo. Io e Kira viviamo ancora nella stessa abitazione e abbiamo due figli da accudire e fare crescere. Tecnicamente siamo ancora marito e moglie. Quello che è successo rende impossibile la convivenza al Randers tra Keller e me".

BORRING: "O ME O LUI"Aut-aut al club dunque, il quale ha mostrato comprensione lasciandogli il tempo di smaltire la batosta. Ma la posizione del diretto interessato è inamovibile: la vicenda lo ha talmente ferito da portarlo a lasciare momentaneamente la squadra, finchè ci sarà Keller, Borring non giocherà più. Come dicevamo all'inizio, "tutto il mondo è paese"

@AleDigio89