69
I rapporti tra Inter e Samp sono solidi e l’asse Milano-Genova è sempre molto caldo. L’ultimo grande affare i nerazzurri lo hanno fatto con Milan Skriniar, quando nel 2017 fu lo stesso Spalletti a cercare rassicurazioni in Marco Giampaolo, che lo conosceva per averlo allenato proprio in blucerchiato. Le recensioni del tecnico furono ottime, sia sotto il piano tecnico che umano e così i nerazzurri non ebbero alcun dubbio nell’affondare il colpo e chiudere l’operazione.

DIALOGHI APERTI - A distanza di qualche anno ci sono stati altri contatti tra Inter e Samp, questa volta per un nuovo profilo, che già ai tempi, dopo le prime settimane trascorse in Liguria aveva immediatamente convinto: parliamo di Mikkel Damsgaard, centrocampista danese classe 2000. Esattamente come accaduto per Skriniar, i nerazzurri hanno approfondito i dialoghi con i blucerchiati, ricevendo reazioni di tutto rispetto. Unica nota dolente, il prezzo: Ferrero oggi non sembra intenzionato a scendere sotto i 35 milioni di euro e oggi in viale della Liberazione non è semplice raggiungere certe cifre, anche perché il calciatore piace molto, ma lascia qualche dubbio dal punto di vista della continuità.
BANCO DI PROVA - Intanto domenica alle 12.30 Inter e Sampdoria si troveranno una di fronte all’altra e tra i blucerchiati ci sarà sicuramente Damsgaard, che dovrebbe giocare a sostegno di Quagliarella e Caputo. L’Inter lo guarderà con grande interesse, dal punto di vista tecnico non ci sono dubbi: in viale della Liberazione sanno di trovarsi di fronte a un talento purissimo, ma ancora grezzo. Vederlo giocare contro una difesa arcigna e organizzata come quella nerazzurra sarà un ottimo banco di prova.