147
Un incontro nato principalmente dall'esigenza di fare il punto della situazione sul progetto del nuovo stadio - in collaborazione col Milan - ma che inevitabilmente è servito per provare a chiarire le divergenze nate nelle scorse settimane, complici le difficoltà economiche del momento. A Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, il sindaco Beppe Sala ha avuto un appuntamento col presidente dell'Inter Steven Zhang e l'ad Alessandro Antonello ed è avvenuto all'insegna della massima cordialità, come fanno sapere i presenti.

LE FRIZIONIAvevano fatto rumore le dichiarazioni di Sala che, interpellato a più riprese sulle incertezze legate all'avanzamento del progetto del "nuovo San Siro", aveva palesato grossi dubbi sulla tenuta finanziaria del gruppo Suning, con Zhang jr che aveva replicato per le rime. "FC Internazionale Milano ha una storia gloriosa ultracentenaria. Esisteva prima del Sindaco Sala e continuerà ad esistere anche al termine del suo mandato. Troviamo le dichiarazioni del Sindaco di Milano offensive nei confronti della Proprietà, irrispettose verso la storia e la realtà del Club e i suoi milioni di tifosi a Milano e in tutto il mondo nonché irrilevanti rispetto all’attuale iter amministrativo del progetto Un Nuovo Stadio per Milano", recitava il durissimo comunicato ufficiale di metà aprile da parte del club. 

CLIMA CORDIALE - In occasione della chiacchierata di oggi, come riporta una nota del Comune, è stato ribadito "l'obiettivo comune di portare avanti il dialogo su questo dossier. Sala, ribadendo che la continuità nella proprietà dell'Inter è un aspetto fondamentale per la prosecuzione dell'iter autorizzativo del nuovo stadio, ha preso atto con soddisfazione delle parole di Steven Zhang, che ha confermato al sindaco l'impegno a medio-lungo termine della proprietà nel club".