Potrebbero dividersi dopo quattro stagioni le strade del Genoa e di Eugenio Lamanna.

L'arrivo in rossoblù di Federico Marchetti al posto di Mattia Perin ha deluso non poco le aspettative del portiere lombardo, da tempo convinto di poter raccogliere l'eredità dell'Airone di Latina al momento del suo addio, dopo averne ricoperto il ruolo di vice per tanti anni.

Ma la scelta della dirigenza rossoblù di affidare la titolarità della propria porta all'ex portiere di Lazio e Cagliari non è l'unica condizione che rischia di complicare l'esperienza professionale di Lamanna. Il Genoa in questo momento è molto attivo sul mercato degli estremi difensori, come dimostra il recente acquisto del giovane sloveno Rog Vodisek, la trattativa intavolata con l'Inter per l'under 21 romeno Ionat Radu e anche la possibilità di promuovere in prima squadra il diciassettenne Alessandro Russo.

Tutti aspetti che il 28enne di Como guarda con una certa preoccupazione, convinto che per lui di spazio in futuro al Genoa ce ne sarà sempre meno. In Serie B diversi club sarebbero disposti a garantirgli una maglia da titolare, Bari ed Avellino su tutti, ma Lamanna è certo di potersi finalmente ritagliare un ruolo da protagonista anche in A, dove il miglior para-rigori degli ultimi anni potrebbe risolvere i problemi di Spal e Bologna o fare le fortune di qualche neopromossa.